I quartieri più trendy di Roma per l'aperitivo e il clubbing

I quartieri più trendy di Roma per l’aperitivo e il clubbing

21/12/2020 By DRA Non attivi

I quartieri più trendy di Roma per l’aperitivo e il clubbing

Roma si sa, è l’urbe immortale e già da tempi remoti è stata ed è ancora famosa per la sua movida. Partendo dai “festini dell’impero romano” con grandi mangiate e vino a fiumi, passando per gli anni 60 con l’avvento del rock per poi essere investita dalla corrente di musica elettronica, dalla minimal americana di Detroit alla techno del nord Europa. 
Ogni epoca ha avuto il suo trend, il suo mood e anche Roma, ha avuto le sue zone cool decisamente prese d’assalto da migliaia di giovani. Vediamo come e dove tutto è iniziato percorrendo un viaggio degli ultimi 30 anni con generi musicali, quartieri di Roma e come è cambiata la moda, il format e il modo di divertirsi a Roma.

Senza dover andare troppo indietro, partiamo dagli inizi degli anni 90 dove il fulcro della movida romana era sicuramente Fregene. Da buon intenditori, i fratelli Bornigia, famiglia cult della notte romana, avevano ben pensato di trasferirsi per l’estate sulla costa laziale, aprendo uno dei locali simbolo degli anni 90, il Gilda on The Beach.
Altra location degna di nota era sicuramente il Point Break dove si organizzavano party in stile Hawaiano tra surfisti e non. Ma tutte le cose hanno un inizio ed una fine, infatti dopo qualche anno c’è stata essenzialmente una migrazione della di tendenza: da Fregene ad Ostia. Arrivati alla rotonda già c’era fila, un susseguirsi di stabilimenti che una volta calato il sole, tra laser ed impianti audio stile Cocoricò divenivano discoteca e per i più ingegnosi, c’era la formula aperitivo + disco, magari rimanendo in spiaggia a godersi il tramonto per poi fermarsi anche per il dopocena con il djset.

Sicuramente lo Shilling, proprio fronte rotonda, ha cambiato più volte gestione ma è sempre rimasto un punto d’incontro, per lo più serate discoteca nei giorni del venerdì e sabato.

Altro locale di Ostia super gettonato era La Casetta, dove si poteva cenare in compagnia di musica live o entrare dalle 23:00 per la discoteca. Sempre a quei tempi andavano molto di moda anche i party in spiaggia, forse il più famoso era il One Love che radunava migliaia di giovani per ballare in spiaggia fino all’alba.

Anche Ostia ebbe il suo peridio, infatti verso i primi anni 2000 la movida, i locali e gli imprenditori del settore decisero di tornare, di nuovo a Roma, dove tutt’ora è il fulcro del mondo della notte sia per la stagione invernale sia per quella estiva, ma andiamo a vedere quali sono i quartieri più gettonati di Roma.

I quartieri più trendy di Roma per l’aperitivo e il clubbing

 

1 Eur

eur roma quartiere di tendenza

 

 

 

 

 

 

Chi è andato a far serata in una delle discoteche dell’Eur ha da subito notato che la maggior parte delle location sono all’interno di grandi strutture, realizzate in maggior parte in marmo nel ventennio. Location accoglienti e nessun problema di parcheggio, forse fanno dell’Eur uno dei quartieri che da anni spinge gli imprenditori della notte romana ad investire. Sicuramente potremmo citare il Room 26, una delle discoteche di Roma più in voga negli ultimi anni, prima con la gestione Casa Nostra con palinsesto prettamente house per poi ampliarsi con la nuova gestione ad un programma musicale più a 360°. Ad oggi il Room 26, discoteca invernale, è aperto il venerdì con il format forever young, serata con musica vintage e commerciale per un pubblico più adulto, mentre il sabato con toni più Dance/EDM con tante guest dj a livello internazionale

Proprio sopra il Room26 c’è Spazio 900, il locale ad hoc per gli amanti della musica elettronica. E’ aperto il sabato ed ha come target un pubblico molto giovanile con età media 18 – 25 anni. Anche qui, grazie ad una notevole direzione artistica, ospita special guest da veri intenditori.
Dall’altra parte dell’obelisco c’è l’EXE (ex The One) location aperta il venerdì ed il sabato con format aperitivo, cena spettacolo con musica live e discoteca commerciale dalle 23:00, elegante salotto romano con cucina in loco e divanetti in pelle. Ultimo ma non ultimo, perché appena nato, è il Pier Eur, dove puoi cenare a la cart o fare l’aperitivo con musica live per proseguire poi con djset all’obelisco.

 

I quartieri più trendy di Roma per l’aperitivo e il clubbing: dal centro a Roma nord

2 Ostiense

Roma Street Art Murale Brus Via giuseppe libetta

 

 

 

 

 

 

 

Posta nel quadrante sud di Roma, Ostiense è da anni ormai, il simbolo della movida discotecara romana. Basta citare un solo nome: Via Giuseppe Libetta. Ecco, in questa piccola vietta, proprio adiacente l’università di Economia Roma Tre, ci sono diversi locali, dove da anni i giovani solcano ogni fine settimana. Primo su tutti è il GOA, già da qualche decennio in auge ma sempre li, sempre pronto con le sue serate house con tanti djs a rotazione.

Poco più avanti, c’è il Vinile (ex 45giri) ristorante, cocktail bar con live music e discoteca dalle 23, dove reduce da un totale restyling puoi fare uno dei migliori aperitivi a Roma. E’ aperto tutte le sere con diverse serate a tema; dallo swing del mercoledì alla dance anni 90 con la serata TAPE il venerdì e con bpm leggermente più alti per la serata del sabato sera: Break The Ice. L’aperitivo nei comodi divanetti o la cena a la cart nell’area risto e tanta musica per il dopocena, insomma un must have.

Invece per i più giovani, sempre qualche metro più avanti c’è il Circolo degli Illuminati, dove nel weekend si forma una grande coda per accedere. A differenza degli altri locali, in quest’ultima si può accedere anche senza un dress code preciso, non a caso, è destinata ad un pubblico decisamente più giovanile.

3 Ponte Milvio

3840518 1356 ponte milvio 990x563 1

 

 

 

 

 

 

Lo è sempre stato, ma negli ultimi anni, questo quartiere situato in zona decisamente nord della capitale, è in continua crescita. Location che spuntano come funghi, che si rinnovano per offrire il meglio al pubblico. Decisamente zona ad hoc per fare l’aperitivo a Roma nord. Partiamo dall’ormai storico Trapizzino, un locale di pochi metri quadrati ma sempre pieno, sapete perché? Piccoli pezzi di pizza a forma di tramezzino farciti con ogni ben di Dio da consumare in piedi o se siete fortunati nei pochi tavoli all’esterno del locale.

Se invece volete stare più comodi, in Viale di Tor di Quinto 55 c’è il Blume Lounge, location quattro stagioni, dove l’inverno nel caldo loft puoi fare aperitivo e ascoltare un ottimo piano bar del maestro Carlo Napoli, mentre per la stagione estiva, Blume Garden, dove puoi sorseggiare dei buoni drink con il piacevole ponentino romano.
Altro sinonimo di garanzia è il Dulcamara, ristorante per una cena romantica o in compagnia di amici.

Sempre in zona nord di Roma, proprio sopra lo stadio Olimpico, ci sono i Giardini di Monte Mario (ex Eden o Bosco delle fragole) è aperto tutte le sere in estate, dove all’interno di un vero e proprio bosco puoi cenare o fare l’aperitivo con isole di express cooking tra sushi, pizza, hamburgheria e naturalmente dopo cena si balla sul prato, infatti questa location, è stata scelta oltre che per la sua particolarità del bosco, anche per la sua bellezza, da uno dei party più richiesti a Roma, il Post Office.
Accanto, o meglio sopra Ponte Milvio c’è un’altra zona di Roma “bene” Collina Fleming. Proprio su questa collina, c’è una villa del 1900, tre piani di eleganza, dove infatti fu prediletta tempo addietro dallo stilista Valentino come atelier ma ad oggi, è polo e simbolo della Roma radical chic per la cena spettacolo, l’aperitivo e la discoteca: nasce da qui, La Villa Sublime, location ideale per compleanni di lusso in discoteca, dove puoi riservare un tuo privè o affittarla totalmente in esclusiva per il tuo evento aziendale, festa di laurea o altro tipo di evento con un unico comun denominatore: l’eleganza.

Roma Centro

nh collection roma fori

 

 

 

 

 

 

Se doveste capitare al centro di Roma ed avete voglia di passare un’ottima serata, come non citare il GUS: dall’aperitivo in poi nel lussuoso palazzo del conte Gustavo Blumensthil. Vista sul Tevere e Piazza Navona nel salotto di Roma centro.

Da li a poco, si arriva a Villa Borghese, altro meeting point dell’andazzo notturno di Roma. All’interno di questo parco verde, la stagione estiva è chiamata Mythos, discoteca gettonata dal popolo più young con rigorosa selezione all’ingresso. Stessa cosa per la stagione invernale, dove l’omonimo locale torna a vestire il nome che ha fatto la storia delle discoteche di Roma centro: L’Art Cafè, da anni sinonimo di grandi file per entrare, rigida selezione e prezzi sopra la media per i privè al centro della dancefloor. Vuoi sapere ancora news su I quartieri più trendy di Roma per l’aperitivo e il clubbing

Dall’altra sponda del Tevere, quindi stiamo parlando del quartiere Trastevere, è da poco nata, all’interno di una villa barocca, Borgo Ripa: location immersa nel verde tra architettura barocca e l’ampio garden. Qui si parte dalle 20:00 con l’aperitivo al buffet e la serata Wonderland, discoteca il fine settimana con musica commerciale.

In pieno centro, ci sono da segnalare ancora almeno altri tre locali da frequentare e molto di moda ultimamente:
Partiamo con il Nur Bar, in Largo del Tetro Valle, quindi proprio al centro di Roma. E’ un ottimo lounge bar frequentato molto da turisti e anche dai romani, è aperto nel weekend con format aperitivo cena servita e discoteca. Location su 2 livelli, molto elegante, da segnalare la sala barocca al piano -1 una sala davvero chic per il tuo compleanno in discoteca.
Sempre in zona Roma centro ci sono il Woodo Bar e il The Sanctuary, dove l’estate romana prende piede sono sicuramente due locali da provare. Ampi spazi verdi, piante e giardini rendono l’atmosfera unica per bere in compagnia lontani dal frastuono della città ma in pieno centro.
E’ ora il turno di uno dei quartieri che per anni ha dettato regole di movida: Testaccio. Forse anche chi non è mai stato a Roma lo ha almeno sentito nominare una volta. Basta citare qualche nome: Radio Londra? Storica discoteca di tendenza degli anni 90-2000, immense attese per entrare, insomma se avevi conoscenza all’ingresso, non c’era verso di entrare. All’interno di una grotta, è stato il club, forse uno dei primi, a proporre musica house su Roma.

Pigneto

I quartieri più trendy di Roma per l'aperitivo e il clubbing

 

 

 

 

 

 

Nel popolare quartiere storico del Pigneto, è un susseguirsi di nuove aperture, e a pensare che era nata come “povera borgata” ed è diventato un quartiere di tendenza: La Brooklin di Roma, così lo chiamano. 30.000 anime tra la zona Casilina e Prenestina. Mercatini Vintage e scorci Hipster hanno e stanno caratterizzando sempre di più questo quartiere della città. Insomma un quartiere Undergound fulcro della movida romana. Tra i vari ristoranti possiamo sicuramente citare Nà cosetta in via Ettore Giovenale o la pizzeria Sant’Alberto, proprio in via del Pigneto, se ami la pizza alta e soffice, stile Napoli, sei nel posto giusto. Per gli amanti della birra è quasi d’obbligo citare Birra+ storica birreria con ampio assortimento di birre artigianali, doppio e triplo malto.

Sei un amante delle polpette? Bene, allora vai da Trabant, la polpetteria assortita (anche polpette vegane) in ogni forma e sapore. Ampia gamma di mixology, birre e l’estate djset nel garden.

PRENOTA ORA